Una retrospettiva sul futuro

Per il ventennale di Titulus (1997-2017) abbiamo organizzato la 7ª Conferenza organizzativa degli archivi delle università e degli enti di ricerca. L'evento si svolgerà nella prestigiosa Aula Magna "G. Galilei" dell'Università degli Studi di Padova, l'Ateneo nel quale è nato Titulus e sarà "una retrospettiva sul futuro": una panoramica su ciò che è stato e progetti su quel che sarà.

Infatti, con DR 11 dicembre 1997 del Magnifico Rettore Giovanni Marchesini fu approvato il Regolamento per la gestione, tenuta e tutela dei documenti dal protocollo all'archivio storico, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 29 dicembre 1997, n. 301. Quel regolamento giunse come primo risultato concreto del progetto Titulus 97, a valle del Progetto Archivi, iniziato nel luglio 1995 e approvato dal Senato accademico nel febbraio 1996 e dal Consiglio di amministrazione nell'aprile 1996. L'allegato più importante era il "titolario unico", poi utilizzato dalla stragrande maggioranza delle università italiane. 

Parlare oggi di visione unitaria dell'archivio, di normalizzazione della classificazione per enti omogenei, di gestione dei flussi documentali e di protocollo informatico pare forse scontato. All'epoca di certo non lo era. Non era nemmeno uscita la regolamentazione della riforma Bassanini, in particolare il DPR 428/1998 sul protocollo, poi confluito assieme ad altri provvedimenti nel DPR 28 dicembre 2000, n. 445. La scuola archivistica padovana fu antesignana su molti aspetti.

Tuttavia, le cose non si fanno mai da soli. Servono progetti e persone.

Quest'ultime - per quel fecondo triennio 1997-2000 - hanno nome e cognome: Franco Bazzigotti, Giorgetta Bonfiglio-Dosio, Raffaele Dei Campielisi, Vittorio Dal Piaz, Giovanna Giubbini, Bianca Lanfranchi-Strina, Giovanni Marchesini, Donatella Mazzetto, Alberto Mirandola, Gilberto Muraro, Isabella Orefice, Alberta Panti, Maria Grazia Pastura, Gianni Pesiri, Micaela Procaccia, Renzo Scortegagna, Michelina Sessa, Francesca I. Spanedda, Donato Tamblè, Carla Tonin, Eugenia Vantaggiato e Paolo Vandelli.

Programma 
Iscrizione 

 

 


Procedamus si svolge in collaborazione con: